English Version Spain Version Russia Version
Ricerca nel Sito


Appoggi serie Elastofip®

La serie Elastofip® comprende apparecchi di appoggio strutturali in elastomero armato, dotati superiormente ed inferiormente di ancoraggi di tipo meccanico. Sono costituiti da un nucleo in elastomero nel quale vengono inseriti uno o più lamierini in acciaio, uniti alla gomma mediante vulcanizzazione a caldo. La presenza dei lamierini determina un effetto di irrigidimento verticale (assiale) e contemporanea riduzione del rigonfiamento della gomma. La vulcanizzazione ha il duplice scopo di trasmettere le azioni tangenziali dalla gomma al lamierino e di garantire la protezione dell’acciaio dalla corrosione.

Gli appoggi Elastofip® Fissi (EF) realizzano un tipo di vincolo intermedio tra gli apparecchi strettamente di tipo fisso e quelli di tipo mobile, consentendo deformazioni in qualunque direzione del piano orizzontale, ma nel contempo generando reazioni elastiche di intensità proporzionale alle deformazioni stesse.

Negli appoggi di tipo mobile Elastofip® Multidirezionali (EM) ed Elastofip® Unidirezionali longitudinali/trasversali (EU/EU*) invece, i movimenti richiesti sono ottenuti attraverso il mutuo scorrimento di superfici piane in contatto, una in acciaio inox, l’altra in PTFE.

   

EU

 

Gli appoggi Elastofip® Fissi sono costituiti da un nucleo centrale in elastomero armato, comprendente nella parte superiore una piastra in acciaio che fa da supporto per un perno centrale d’ancoraggio, nonché una piastra d'acciaio vulcanizzata inferiormente al nucleo, facente da supporto per due o più zanche d'ancoraggio inferiori.

Nota:
“Nel caso di strutture sottoposte a sollecitazione dinamica con possibili fluttuazioni estreme del carico, per sempio, ponti ferroviari e strutture antisismiche, l’attrito non deve esercitare resistenza nei confronti delle forze rizzontali.” (EN 1337-1)
Ciò significa che solo in zona non sismica si può cercare di evitare l’ancoraggio meccanico affidando al solo attrito l’ancoraggio dell’appoggio alla sovra o sotto-struttura, risultando sufficientemente basso il rapporto tra le forze orizzontali e i carichi verticali concomitanti. Le varie tipologie di ancoraggio meccanico superiore indicate di seguito rappresentano la gran parte dei casi che si presentano.

Gli appoggi Elastofip® Fissi sono classificati tramite la sigla EF, seguite da due gruppi di cifre, che indicano rispettivamente:

• carico verticale in kN/10 (tonnellate)
• carico orizzontale in kN/10 (tonnellate)

I carichi e le forze sono allo Stato Limite ultimo (SLU).

Esempio:

EF 600-30      

 

Appoggio Elastofip® Fisso da 6000 kN di carico verticale, che resiste ad un carico orizzontale di 300 kN

 

DOWNLOAD:

mimetype Appoggi Elastofip