English Version Spain Version Russia Version
Ricerca nel Sito


Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi -- Sheikh Zayed Bridge

Fornitura di apparecchi d'appoggio e dispositivi antisismici

SCHEDA

 

Luogo Abu Dhabi - Emirati Arabi Uniti
Committente Archirodon Group NV
Impresa Buckland & Taylor Ltd.
Progettazione Zaha Hadid
Installazione 2005

Tipo di struttura Ponte ad arco in c.a.
Lunghezza 842 m
Dispositivi antisismici

Tipo, quantità e caratteristiche:

n. 55 dispositivi viscosi OTP
Carichi verticali massimi da 3350 a 5100 kN
Spostamento da ± 150 mm a ± 175 mm

n. 36 dissipatori viscosi ricentranti

n. 36 isolatori elastomerici SI-H

Dimensioni: da un minimo di 620x620x100 mm, a un massimo di 1050x1050x100 mm

n. 19 ritegni con spina a rottura FP (SR) + GU (SR)
Caratteristiche FP (SR):
Carichi orizzontali da 3940 a 11680 kN
Scorrimento da ± 125 mm a ± 225 mm
Spina a rottura da 2950 a 14010 kN

Caratteristiche GU (SR):
Carichi orizzontali da 6130 a 15480 kN
Spina a rottura da 6750 a 18580 kN

Apparecchi d'appoggio
Apparecchi d'appoggio Vasoflon multidirezionali
Carichi verticali massimi fino a 120000 kN

Descrizione

Sheikh Zayed Bridge, prende il nome dal principale architetto del paese ed ex presidente, sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan.
Il ponte, costituito da archi che evocano le ondulate dune di sabbia del deserto, collega Abu Dhabi con le principali autostrade degli Emirati.

Per isolare sismicamente l'opera, vista la particolarità dei requisiti tecnici, si è prevista la combinazione di dispositivi strutturali con diverse funzioni complementari poiché gli isolatori presenti sul mercato, non possedevano tutte le caratteristiche tecniche richieste e necessarie in un solo dispositivo.
Sono stati quindi forniti apparecchi d'appoggio di tipo multidirezionale per supportare le forze verticali con carichi fino a 120.000 kN.
Oltre agli appoggi, dispositivi fissi e longitudinali con spine a rottura dimensionati per vincolare l'impalcato nel piano orizzontale che in condizioni di servizio resistono a carichi orizzontali da un minimo di 2.950 kN a un massimo di 18.580 kN. 
Le spine sono state dimensionate per rompersi nelle situazioni di carico tra 110% e 130% in condizioni di carico allo Stato Limite Ultimo o tra il 100% e il 120% del 25% del carico sismico di progetto.
Così il funzionamento normale della struttura con uno schema di vincolo convenzionale è garantito, e nel caso di un evento sismico forte gli impalcati sono isolati.
In quest'ultimo caso la resistenza alle azioni laterali è fornita solo dalla dissipazione dell'energia e dai dispositivi di ricentraggio.
Per limitare lo spostamento tra l'implacato e le pile, e per limitare le forze di inerzia della struttura che agiscono sulla sottostruttura, i progettisti hanno scelto una protezione sismica caratterizzata da un alto livello di smorzamento (sopra il 30% dello smorzamento viscoso equivalente) e una rigidezza elastica per generare il periodo di oscillazione di cui sopra.
Il sistema di smorzamento comprende i dissipatori a fluido viscoso disposti in maniera tale da agire attraverso l'asse longitudinale e trasversale del ponte. 
I dissipatori viscosi si comportano con una reazione (F) in funzione della velocità (v) relativa tra le strutture di ancoraggio a cui sono collegati secondo la legge costitutiva F=Cvα.
I dispositivi hanno delle reazioni massime di progetto tra 3.350 kN e 5.100 kN.

Foto

dispositivo_antisismico
dispositivi viscosi OTP


dissipatori viscosi ricentranti

Sei in: Referenze nel mondo » Ricerca per parametri » Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi -- Sheikh Zayed Bridge